Come creare un Biglietto da Visita Professionale

biglietto da visita

Il biglietto da visita è uno dei più grandi strumenti di marketing che la nostra professione o l’attività che rappresentiamo può avere, e propria per questo motivo non deve essere assolutamente sottovalutato.

Rettangolari, quadrati o dalle forme più bizzarre o dai colori più seducenti  i biglietti da visita sono un modo personale di comunicare la propria identità. Colori, tipografia ed immagini vanno scelti con cura per catturare l’attenzione e farsi ricordare o far ricordare il nostro Hotel, la nostra Agenzia e il nostro Negozio o la nostra Professione.

Chiarezza del messaggio  e tutto coordinato con gli altri strumenti di marketing:

Devi pensare che  il biglietto da visita fa’ parte di un corredo!!  Quindi dovrà essere coerente con lo stile di busta e carta da lettere e con la grafica del sito personale se sei un professionista o della società che rappresenti.  Premesso ciò  cerca di non non porti limiti alla creatività: l’obbiettivo  primario è farti ricordare dal tuo interlocutore. Punto principale è  la chiarezza  che è una caratteristica imprescindibile per un buon biglietto da visita: la sua finzione primaria, infatti, è comunicare il tuo contatto.

 Quali informazioni inserire nel biglietto da visita e con quale carattere ?

Sicuramente sono le seguenti:
– logo della società (coordinato con busta, carta intestata e grafica del sito web e della pagina facebook e del profilo linkedin)
– nome e cognome;
– indirizzo della sede o dell’ufficio;
– numeri di telefono del centralino e fax;
– sito web ed e-mail della società o tuo personale

Solo Fronte o Fronte e  retro?

Ovviamente dipende da come e cosa volete comunicare, se la grafica che avete pensato non ci entra nel solo fronte, sfruttate anche il retro del biglietto da visita.  Stampare su ambo i lati ha però il suo lato negativo: il costo ma con più spazio a disposizione i vari elementi si possono organizzare con più libertà: il logo sul fronte ed i dati sul retro; sul fronte una grafica accattivante come una copertina ed i contatti sul retro; ecc…

Quale carta e quale grammatura scegliere per il biglietto da visita ?

Il biglietto deve trasmettere professionalità e deve durare nel tempo  dunque non lesinate sulla qualità della carta. Io consiglio uno spessore: non meno di 300 gr, per evitare che l’aspetto sia di scarso valore, sbizzarritevi voi ma non risparmiate sulla qualità della carta.

Quale formato scegliere per il biglietto da visita?

Le dimensioni tradizionali  di un biglietto da vista sono 8,5 x 5,5 cm. In questo modo si può raccogliere il cartoncino nei più comuni porta card o nei portafogli.  Attenzione ai formati troppo grandi o troppo piccoli che di solito non sono compatibili con i più comuni portabigliettini, interessanti i biglietti da visita che si aprono a libricino e che permettono  di inserire una maggiore quantità di informazioni.

 

Mi sono occupato nei giorni scorsi  di creare diversi biglietti da visita per un noto confettificio, un biglietto da visita  molto particolare che è uscito fuori dagli standard ed è diventato un potente strumento di marketing per l’azienda. Ho avuto la soddisfazione di un grande apprezzamento da parte del  cliente.. ma di questo ne parleremo nei prossimi giorni…

 

 

Louis Molino

Mi occupo da 19 anni di Marketing e Comunicazione sono un consulente ed editore creativo nel campo pubblicitario e informativo presso piccole e grandi aziende, hotel, Professionisti, enti e istituzioni governative

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *